Cinquanta sfumature di fallimento “pandemico”

Cinquanta sfumature di fallimento “pandemico”

La notizia non è la candidatura di Beppe Grillo alla segreteria del PD. La notizia è che a maggio non si voterà. Ci vediamo in ottobre. Anche questo è stato previsto, forse. Ma nessuno muove un dito. Le nostre libertà vengono sacrificate sempre più rapidamente e radicalmente. E siccome i malati aumentano (lo dice la tv!), allora tutto è concesso, ma solo a quella che ufficialmente si chiama ancora “classe dirigente”.

C’è qualcosa di follemente cinico nell’idea che non si debba disturbare il conducente che sta correndo verso il burrone, con una risata maniacale. Eppure questa è la teoria mainstream. Gli stessi che, nei Vestiti Nuovi dell’Imperatore (Lucertola), pur di non riconoscere la nudità del sovrano finiscono per reggere uno strascico inesistente.

“Tutto ciò è pazzesco – scrive Clirim Muca in 2084, romanzo rivelazione scritto nel 2019 – va oltre la fisiologia umana, oltre la scienza medica!”

“Sciocco di un italiano! Tu non sai… Gli unici che conoscono il segreto sono quei signori che non parlano con i miserabili come te…”, chiosa Muca, che solo due anni fa non poteva immaginare che la formattazione dell’uomo sarebbe avvenuta, a così poca distanza, non più solo con un click, ma con un vaccino salvatore e con un casco pseudo grillino che, insieme, mettono definitivamente la parola fine a ogni tipo di risata, non più solo a quella maniacale.

“Restiamo robotici”, le emozioni sono troppo difficili da gestire, un po’ come la politica. È venuto il momento di anestetizzare l’ambiente.

98 risposte a “Cinquanta sfumature di fallimento “pandemico””

  1. Hello there! This post could not be written much better!
    Going through this article reminds me of my previous roommate!
    He always kept talking about this. I’ll send this post to
    him. Fairly certain he will have a very good read.
    I appreciate you for sharing!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *